www.italianews.org - L'agenzia internazionale di comunicazione e giornalismo

La dieta mediterranea aiuta a depurarsi e prepara alla prova costume
Cinque pasti al giorno e moderata attività fisica sono essenziali per una ripresa salutare

ROMA (Italy) - Marzo-Aprile è probabilmente il periodo per eccellenza quando si tratta di iniziare una dieta dimagrante, a causa dei chili in eccesso accumulati durante l'inverno. Per il 2014 saranno diversi i programmi dietetici più in voga per perdere peso ma la dieta mediterranea è considerata al giorno d’oggi come una delle diete più complete e che non provocano danni alla salute, ha infatti il grande pregio di essere genuina e salutare. Può essere seguita da chiunque sia in buono stato di salute.

La nuova dieta mediterranea fa introdurre circa 1.200 kcal al giorno e permette di perdere fino a due chilogrammi di peso nel giro di una settimana. Ci sono vari alimenti consigliati e riesce a soddisfare tutti i gusti, ed è considerata genuina perché si usano soprattutto alimenti poco grassi o con grassi insaturi, che dunque non fanno alzare il livello di colesterolo cattivo, l’LDL.


Questo regime alimentare è consigliato infatti anche per chi soffre di colesterolo alto, è però comunque nutriente e anche se ha un basso apporto di calorie giornaliere riesce a offrire tutto ciò che è necessario per mantenersi in buona salute. Per noi italiani poi è piuttosto semplice seguirla, in quanto si mangiano praticamente tutti gli alimenti che siamo abituati a introdurre nei nostri pasti, come ad esempio verdure di stagione, uova, pesce, pane, pasta, riso, formaggi e prodotti genuini. L’importante è, come in ogni dieta dimagrante, prestare attenzione alle dosi e alla modalità di cottura; eliminiamo le fritture, condiamo con olio extravergine d’oliva a crudo e facciamo la versione light di ogni piatto, ad esempio grigliando le verdure e mangiandone in abbondanza.

Ecco un esempio di menù settimanale di dieta mediterranea, con le indicazioni da seguire tutti i giorni. Sono cinque i pasti che è necessario effettuare in una giornata, con colazione, spuntino e merenda uguali per ogni giorno, come quelli indicati qui di seguito:

Colazione: una tazzina di tè senza zucchero, una tazza di latte parzialmente scremato, due fette biscottate, un cucchiaino di formaggio cremoso light;
spuntino: una spremuta di agrumi oppure un frutto di stagione;
merenda: un frutto di stagione oppure una macedonia mista senza zucchero.

Ecco invece i piatti consigliati dal lunedì alla domenica.

Lunedì - Pranzo: 60 o 70 grammi di pasta condita con broccoli lessati e passati in padella con aglio, olio extravergine d’oliva, tre mandorle a pezzetti, peperoncino e un acciuga a piacere, misto di crudité di stagione. Cena: minestra di verdure con avena integrale, due uova al tegamino con crostini.

Martedì - Pranzo: risotto al radicchio aromatizzato con pepe nero o altre spezie a piacere, coste lessate e gratinate al forno e merluzzo cotto in padella con pomodoro. Cena: lenticchie in padella, broccoli e cavolfiori al vapore conditi con olio d’oliva e spezie a piacere.

Mercoledì - Pranzo: erbette di stagione e spinaci saltati in padella con spezie e aromi a piacere, e tagliata di manzo al rosmarino. Cena: minestra di verdure con farro integrale, due bruschette con pomodoro e origano, ribollita di verdure.

Giovedì - Pranzo: ratatouille di verdure di stagione, un piatto di minestra con orzo integrale e verdure. Cena: passato di verdure e legumi, 120 grammi di fesa di tacchino ai ferri, insalata mista con una spolverata di semi di zucca pestati.

Venerdì - Pranzo: insalata belga e radicchio ai ferri, 60 o 70 grammi di pasta con ragù di verdure e di olive. Cena: trota al cartoccio con una patata, misto di verdure cotte al vapore.

Sabato - Pranzo: insalata mista, due uova in omelette con una spolverata di formaggio tipo grana e una fetta di pane tostato. Cena: vellutata di verdure di stagione e 130 grammi di pollo in casseruola con patate.

Domenica - Pranzo: 60 o 70 grammi di pasta integrale saltata in padella con cavolfiore cotto al vapore, e insalata mista per concludere. Cena: 70 o 80 grammi di prosciutto crudo sgrassato o di bresaola con limone, rucola e scaglie di grana, insalata di spinacini con una spolverata di semi di sesamo.

Insomma, cominciare l’anno nuovo con una dieta drastica non è esattamente un inizio divertente, tuttavia se vi sentite appesantiti da settimane di feste e cenoni, alcolici e cibi ultra-elaborati, basta seguire alcune regole che riguardano le scelte alimentari. Ma non dimentichiamo anche si svolgere una moderata attività fisica consistente in un paio di giorni a settimana in palestra oppure delle sane "passeggiate veloci" per disperdere le tossine e ritrovare la tonicità muscolare. (Redazione - 22 marzo 2014 ore 11.00)


Riproduzione non consentita ©


Trise: che cos’è
e chi la pagherà

Storace riesuma
Allenza Nazionale


Riforma dei
medici di famiglia


Violenza sulle donne
Lotta senza pause

Cavour promuove
il made in Italy

Anniversario ONU: celebra la donna