www.italianews.org - L'agenzia internazionale di comunicazione e giornalismo

L'Italia sotto zero. Fine anno al gelo per gran parte della penisola
Si prospetta un Capodanno di passione per turisti e viaggiatori

ROMA (Italy) - L'ondata di freddo annunciata per fine anno ha fatto sentire già i suoi primi effetti. Vento gelido proveniente dalla Russia. Un vento che sarà capace di far piombare l'Italia in un periodo glaciale.

Intanto si inizia a temere per Burian. Mancava da tredici anni ed ora è ritornato. Stiamo parlando del vento gelido proveniente dalla Russia. Un vento che sarà capace di far piombare l'Italia in un periodo gelido. Temperature notturne fino a -10° in pianura, -30° e oltre sulle Alpi, sullo zero anche di giorno su alcune città del Nord, non più di 4/5° diurni al Centro. Il Burian arriverà lunedì e porterà entro la fine dell'anno anche tanta neve sulle regioni adriatiche fin sulle coste, neve a bassissima quota, se non localmente anche in pianura sulla costa Smeralda, sulle coste settentrionali della Sicilia, su tutta la Calabria.


Nevica a Milano e il maltempo tipico di stagione sembra ormai arrivato. Questa è la prima nevicata dell'inverno nel capoluogo lombardo. Le previsioni meteo indicano comunque la fine delle precipitazioni già in serata e da domani dovrebbe ritornare il sereno. La neve, però, non sta cadendo solo su Milano ma su tutta la Lombardia: dal pavese al mantovano, passando per Brescia e Bergamo. Neve in Piemonte Stessa situazione sulle montagne piemontesi. Da questa notte, com'era previsto, precipitazioni nevose su tutto l'arco alpino. Una buona notizia per operatori turistici e appassionati di sci. Nelle prossime ore, inoltre, la perturbazione dovrebbe portare qualche fiocco in pianura. Neve anche su Torino. Da domani torna il sole, ma correnti fredde provenienti dall'Artico faranno precipitare le temperature, con minime sotto zero di alcuni gradi. Nevica in Val d'Aosta, bloccata statale 27 L'Anas comunica che sulla strada statale 27 del Gran San Bernardo il traffico è provvisoriamente bloccato in direzione nord, a causa di un mezzo pesante di traverso a Etroubles, al chilometro 16,5. Il personale dell'Anas è presente sul posto per ripristinare la circolazione il prima possibile, in piena sicurezza per gli utenti. Si registrano nevicate sulla regione sulle strade statali SS26, SS26dir e SS27 dove sono all'opera i mezzi spazzaneve.

Temperature sotto zero in Friuli Venezia Giulia Freddo accompagnato dalle prime attese nevicate in Alto Adige. Fiocchi bianchi tra il passo del Brennero e Vipiteno, sulle località turistiche montane della zona nord-orientale della provincia più a nord d'Italia, che questa mattina si è svegliata con temperature tutte sotto lo zero. Chiusura invernale per i passi Stelvio, Rombo e Stalle. Il Passo Pennes ed il Passo Giovo sono chiusi solo la notte dalle ore 18:00 alle ore 08:00. Lo comunica la Centrale della Viabilità di Bolzano. Imbiancato anche il Veneto La precipitazione nevosa che sta interessando il Veneto dalla mattinata di oggi non sta risparmiando il vicentino.

Dalle prime ore di questa mattina nevica su circa 400 Km di rete di Autostrade per l’Italia lungo i quali sono operativi oltre 500 mezzi operativi spargisale e sgombraneve. Le precipitazioni, come rileva Autostrade, stanno interessando, con forte intensità, soprattutto l’A1 nel tratto compreso tra Rioveggio e Calenzano. In questo tratto dalle 16:15 per circa un’ora il traffico in direzione sud è rimasto bloccato a causa di due mezzi pesanti fermi e affiancati sulle due corsie di transito per mancanza di dotazioni adeguate. Da Bologna verso Firenze code di 3 km in diminuzione in corrispondenza del punto di controllo dei veicoli pesanti presso Sasso Marconi, con transito consentito ai soli veicoli leggeri. Per analoga situazione code di circa 8 km in diminuzione da Firenze verso Bologna in corrispondenza del bivio per l’A11.

Nevica inoltre sulla montagna pistoiese e fiocchi sono caduti, senza tuttavia per ora 'attaccare', anche in città, a Pistoia, oltre che sulla pianura della provincia toscana. All'Abetone la prima nevicata di stagione portata dall'ondata di freddo di questi giorni ha consentito l'apertura di tre piste da sci. Campania: temporali e neve oltre i 500 metri

Un generale peggioramento delle condizioni meteo è previsto in Campania dalle ore 20, con piogge diffuse anche a carattere di rovescio o temporale di moderata o forte intensità, calo delle temperature e nevicate dai 500 metri d'altezza. Ad annunciarlo è la Protezione civile regionale. Si tratta, prosegue la nota, di una criticità drogeologica moderata, corrispondente al livello nazionale arancione. La Protezione Civile invita a prestare attenzione alle aree esposte ad allagamenti e ad assicurare vigilanza alle zone a rischio frana e alluvione. La situazione permarrà anche nei giorni successivi. (Redazione)


Riproduzione non consentita ©


Immigrazione: un
milione pronti a partire


India: Latorre e Girone
detenuti illegalmente


Ucraina tra democrazia
e dittatura russa

Emirates nuovi
collegamenti aerei

Le destinazioni top
viaggi del 2014

Pensioni: gli ostacoli
di tutti i governi