www.italianews.org - L'agenzia internazionale di comunicazione e giornalismo

Addio alla signora del cinema italiano. Virna Lisi ha fatto sognare generazioni di italiani
Lutto nel mondo del cinema: è scomparsa nella sua casa romana, all’età di 78 anni,
ad un mese dalla scoperta di avere un mare incurabile

ROMA (Italy) - L’attrice, che negli ultimi mesi aveva molto sofferto per la morte del marito, scomparso un anno fa e con cui era rimasta legata per 53 anni, non era mai riuscita a rassegnarsi a questo grande dolore, e, così, si era abbandonata alla sua malattia e, infine, si è spenta nel sonno, come ha fatto sapere il figlio Corrado nella mattinata di oggi.

Virna Pieralisi, questo il suo vero nome, era nata ad Ancona nel 1936. Visse per un lungo periodo a Jesi e poi si trasferì con tutta la famiglia a Roma dove iniziò la sua carriera artistica. Divenne ben presto uno dei volti più conosciuti del cinema italiano e idolo di diverse generazioni, visto che era già famosissima dagli anni ’50, quando a soli 14 anni aveva mosso i suoi primi passi nel cinema , nel film “Lo Scapolo”, dove recitò con Alberto Sordi.


Il suo successo arrivò, però, con uno spot pubblicitario su un dentifricio, il cui slogan “Con la sua bocca può dire ciò che vuole” divenne un vero e proprio tormentone in quegli anni e che fece sognare milioni di italiani incantati da tanta bellezza. Considerata la Marylin Monroe italiana, chiamata “L’Angelo dagli occhi azzurri”, nella sua carriera aveva ricevuto sei nastri d’argento, un premio per la migliore interpretazione femminile a Cannes, quattro David di Donatello, di cui due alla carriera. Divenne anche, commendatore dell’ordine al Merito della Repubblica Italiana.

Una grande donna ed una grande attrice che da subito aveva dovuto confrontarsi con la sua sorprendente bellezza. Lei stessa diceva “Se sei bella la tua vita è più facile” , una bellezza che a lei da subito aveva aperto diverse strade e spesso amava ricordare che da bambina non era molto brava a scuola, ma c’era la sua insegnante che diceva alla sua mamma “Che le importa, signora, sua figlia è talmente bella!”

La sua grande popolarità la raggiunse grazie allo sceneggiato TV “OTTOCENTO” con Sergio Fantoni e Leo Padovani. Nel 1960 sposò il Presidente della Roma Franco Pesci, il suo grande amore per tutta la vita, da cui ebbe un figlio nel 1962, Corrado. Lavorò anche a teatro con grande successo lavorando con Michelangelo Antonioni e Luigi Squarzina. Il cinema restò comunque la sua palestra preferita. Lavorò in “Signore e Signori” nel 1966, grazie al quale vinse la Palma d’Oro a Cannes. In quel periodo firmò un contratto con la Paramount e si trasferì ad Hollywood, dove lavorò affianco a grandi attori come Tony Curtis. Alla fine però, volle rinunciare a quel mondo che le appariva troppo “platinato” e in cui si sentiva confinata nel ruolo della “bella bionda”, rifiutandosi categoricamente di recitare una scena di nudo, scena che poi dette notorietà a Jane Fonda.

Verso la fine anni ’60 lavorò con Nino Manfredi, Luigi Bazzoni, Edoardo De Filippo, Festa Campanile, Terence Young. Affiancò grandi nomi del cinema italiano tra cui Anna Magnani. Fu protagonista di molti sceneggiati italiani e finalmente, dopo i suoi 40 anni, oltre ad essere considerata molto bella, la critica iniziò a sottolineare sempre più spesso il suo grande talento. Ha interpretato numerose fiction sulle reti Mediaset ed il suo ultimo lavoro è del maggio 2014 in cui ha recitato in “Madre Aiutami”. Tanto lavoro per una diva tanto bella che ha attraversato intere generazioni lasciando in tutte indelebile il segno della sua bellezza e della sua bravura. Il cinema italiano perde, dunque, una delle stelle più belle del suo panorama. (Federica Pignataro)


Riproduzione non consentita ©


Immigrazione: un
milione pronti a partire


India: Latorre e Girone
detenuti illegalmente


Ucraina tra democrazia
e dittatura russa

Emirates nuovi
collegamenti aerei

Le destinazioni top
viaggi del 2014

Pensioni: gli ostacoli
di tutti i governi