www.italianews.org - L'agenzia internazionale di comunicazione e giornalismo

Assegnate le cinque vele: ecco le spiagge più belle dell'estate italiana
Il rovescio della medaglia: le spiagge più sporche della penisola

ROMA (Italy) - Le spiagge più belle dell'estate 2014 sono state incoronate dalla nuova "Guida blu" a cura di Legambiente e Touring club. Sul podio ci sono Castiglione della Pescaia (Grosseto), Pollica - Acciaroli (Salerno) e Posada (Nuoro). Santa Marina Salina (Messina) è la prima tra le piccole isole ma anche l'unica isola al top. Molveno (Trento) vince la classifica dei laghi. Le "Cinque vele" quest'anno sono 21 in totale, 14 località marine e 7 lacustri.

Si può scegliere la spiaggia più bella - Inoltre la Guida si affida quest'anno anche ai social network, con una pagina Facebook. Legambiente lancia anche quest’anno l’invito a scegliere entro il 23 luglio, attraverso il sito internet e sui social network (#laspiaggiapiùbella) la spiaggia più bella d’Italia. Infine il 20 giugno partirà la campagna di Legambiente, Goletta verde, per monitorare lo stato di salute dei nostri mari. (Foto: Otranto)


Ecco l'elenco completo delle località marine

1. Castiglione della Pescaia (Grosseto)
2. Pollica - Acciaroli (Salerno)
3. Posada (Nuoro)
4. Santa Marina Salina (Messina)
5. Ostuni (Brindisi)
6. San Vito Lo Capo (Trapani)
7. Vernazza (La Spezia)
8. Otranto (Lecce)
9. Melendugno (Lecce)
10. Baunei (Ogliastra)
11. Bosa (Oristano)
12. Maratea (Potenza)
13. Domus De Maria (Cagliari)
14. Roccella Jonica (Reggio Calabria)
La lista dei paesi sul lago che hanno conquistato le "Cinque vele"

1. Molveno (Trento)

2. Appiano sulla strada del vino (Bolzano)

3. Fie’ allo Sciliar (Bolzano)

4. Avigliana (Torino)

5. Tuoro del Trasimeno (Perugia)

6. Massa Marittima (Grosseto)

7. Bellagio (Como)

L'altro lato della medaglia - Secondo Legambiente, sulle spiagge italiane ci sono sempre più rifiuti. Mozziconi, vetro, oggetti sanitari e derivanti dalla pesca, ma soprattutto plastica, che rappresenta il 65 per cento del totale. I dati fanno parte del rapporto Beach Litter, stilato nell'ambito dell'operazione Spiagge e fondali puliti; gli ambientalisti hanno analizzato un campione di 24 spiagge libere in tutto il Paese, riscontrando che i rifiuti più diffusi sono bottiglie e cicche di sigaretta. I volontati di Legambiente hanno condotto l'indagine su un'area complessiva di 130.040 metri quadrati, secondo il protocollo di monitoraggio messo a punto dal ministero dell'Ambiente e dall'Ispra. La categoria di rifiuti più diffusa è la plastica. Bottiglie e contenitori rappresentano il 65 per cento dei 15.215 rifiuti raccolti. Seguono gli oggetti derivanti dalla pesca (9%): reti, galleggianti, fili e frammenti di polistirolo, ovvero i resti di cassette per il pesce. Completano la classifica mozziconi di sigaretta (7%), metalli (6%), sanitari (5%), materiali di costruzione (4%), vetro (3%), gomma e tessili (2%).

"I risultati del monitoraggio sui rifiuti presenti sulle nostre spiagge forniscono un contributo prezioso per la valutazione delle politiche di prevenzione e riduzione del fenomeno e richiamano con forza l'urgenza di intervenire", dicono i responsabili dell'indagine. Economia e turismo, oltre all'ambiente, sono infatti i settori più colpiti da questo trend. La maggior densità di rifiuti è stata riscontrata sulle spiagge di Barcarello a Palermo, del Golfo di Talamone a Orbetello, del Porto di Scarlino, della Babbaluciara di Agrigento e Coccia di Morto/Pesce Luna di Fiumicino. Le altre spiagge monitorate si trovano nei comuni di Genova, Viareggio, Anzio, Pozzuoli, Pollica, Giardini Naxos, Ragusa, Pachino, Noto, Catania, Policoro, Pisticci, Casalabate, Tricase, Brindisi, Polignano a Mare e San Benedetto del Tronto. L'obiettivo di Beach Litter è di indagare la quantità e la tipologia di rifiuti sulle spiagge italiane e del Mediterraneo, contribuendo all'applicazione della direttiva europea sulla Marine Strategy. (Redazione)


Riproduzione non consentita ©


Brindisi Indagine epidemiologica

Ferrari F14T
Alonso - Raikkonen


Giornata della
Memoria 2014


Emirates nuovi
collegamenti aerei

Le destinazioni top
viaggi del 2014

Pensioni: i requisiti
per 2014 e successivi