www.italianews.org - Comunicazione e giornalismo

Ferrari F12, un mostro da 780 Cv e 340 Km/h in soli 799 esemplari
Il Cavallino Rampante omaggia il giallo colore del Tour de France

ROMA (Italy) - Il Cavallino Rampante ha realizzato la F12tdf, una serie speciale limitata a 799 esemplari con la quale rende omaggio al Tour de France, leggendaria gara di durata francese che vide la Ferrari protagonista negli anni ‘50 e ‘60, in particolare con la 250 GT Berlinetta del 1956, trionfatrice per quattro anni consecutivi.
La F12tdf rappresenta il concetto più avanzato di auto estrema per la strada, un concentrato di innovazioni tecnologiche relative a tutte le aree che contraddistinguono il Dna di Maranello: motore, aerodinamica e dinamica del veicolo. La nuova Ferrari in tiratura limitata è equipaggiata con un V12 aspirato di 6,262 litri da 780 CV e 705 Nm di coppia derivato dal pluripremiato motore della F12 berlinetta, da cui è nato inoltre il propulsore endotermico de LaFerrari. La potenza specifica da primato è di 125 CV/litro.


La F12tdf è un omaggio al Tour de France, leggendaria gara di durata che la vide protagonista assoluta negli anni '50 e '60, in particolare con la 250 GT Berlinetta del 1956 che si impose per quattro anni consecutivi, quando le vetture dovevano abbinare le prestazioni massime a un eccellente comfort al pilota impegnato allo stremo per ore su strade impervie. La F12tdf rappresenta il concetto più avanzato di vettura estrema per la strada e viene prodotta in serie speciale limitata di 799 esemplari.

Il suo comportamento dinamico in termini di accelerazione laterale in curva è da primato. La F12tdf vanta infatti un inedito rapporto delle dimensioni tra gli pneumatici posteriori e anteriori con questi ultimi più grandi dell’8%. Il naturale sovrasterzo che ne deriva è compensato dall’innovativo Passo Corto Virtuale, sistema di ruote sterzanti posteriori che, accoppiato ai sistemi di controllo, consente di raggiungere tempi di risposta al comando dello sterzo e valori di agilità propri di una vettura da corsa, mantenendo la stabilità anche alle alte velocità. Alle prestazioni straordinarie (velocità massima di oltre 340 km/h, accelerazioni da 0 a 100 e da 0 a 200 orari in 2,9 e 7,9 secondi e 1 minuto e 21 secondi sul giro di Fiorano) contribuisce anche un sostanziale incremento dell’87% del carico aerodinamico, livelli senza precedenti per un’auto stradale.

L’utilizzo di materiali compositi per gli interni e per gli esterni ha portato ad una riduzione di peso di 110 kg rispetto alla F12berlinetta. Eccellente anche il sistema frenante che beneficia dell’adozione della pinza monoblocco “Extreme Design” già installata su LaFerrari, impianto che consente di arrestare la F12tdf da 100 a 0 km/h in soli 30,5 metri. Esteticamente (il design è stato curato dal centro Stile Ferrari), lo spoiler è stato rialzato di 30 mm e arretrato di 60, mentre il lunotto è stato reso più verticale e il diffusore posteriore completamente ridisegnato e ora dotato di un sistema di tre portelle attive. (Fonte: Autolink)


Riproduzione non consentita ©