www.italianews.org - Comunicazione e giornalismo

Il Basket gira la boa e si prepara alle Final Eight di Coppa Italia a Milano
In testa al campionato Reggio Emilia che al Forum di Assago sfiderà la inaspettata Avellino
graziata da un Enel Brindisi che frena la sua marcia al nono posto nel girone di andata

ROMA (Italy) - Il derby della Via Emilia prende la strada di Reggio Emilia che alla Unipol Arena di Casalecchio di Reno supera 77-67 Bologna e aggancia Milano in vetta laureandosi campione d'inverno. Alle "V Nere" di Giorgio Valli non basta un grandissimo Pittman, autore di 24 punti con 8 rimbalzi

Tra le gare del tardo pomeriggio spicca invece il successo di Avellino su Venezia, che consente alla squadra di Sacripanti di piazzarsi all'ottavo posto al termine del girone d'andata e di accedere alle Final Eight di Coppa Italia, dove i campani se la vedranno con Reggio Emilia. A rimetterci l'ultimo posto per la Coppa è il Brindisi che con una coraggiosa prova di forza prova a frenare la Vanoli Cremona che conquista uno storico traguardo.


Dura dunque giusto il tempo di una notte il primato in solitario di Milano, straripante ieri contro Sassari (87-50 il finale): nel lunch-match dell'ultimo giornata di Andata, la Grissin Bon Reggio Emilia si beve Bologna e torna al comando della classifica insieme alle scarpette rosse di Repesa. Alla Unipol Arena i ragazzi di Menetti faticano i primi due quarti dove Pittman, protagonista assoluto con 24 punti e 8 rimbalzi, manda in crisi la difesa reggiana che trova in Lavrinovic il suo miglior terminale offensivo. All'intervallo lungo sono appena due i punti che separano le "V Nere" di Valli dalla corazzata di Menetti: in attesa di vedere all'opera l'ultimo acquisto Golubovic, gigante montenegrino in grado di portare sostanza sotto canestro, la Reggiana trova l'allungo decisivo a cavallo tra il terzo e quarto quarto, quando Silins e Gentile bombardano dall'arco e con i canestri dall'area piccola di Lavrinovic si arriva fino al 50-70. Il resto è pure gestione fino al 77-67 finale che permette a Reggio Emilia di chiudere il girone d'andata davanti a tutti insieme a Milano.

Tra le gare del tardo pomeriggio spicca invece il successo di Avellino su Venezia, che consente alla squadra di Sacripanti di piazzarsi all'ottavo posto al termine del girone d'andata e di accedere alle Final Eight di Coppa Italia, dove i campani se la vedranno con Reggio Emilia. Al PalaDelMauro la Sidigas passa con un netto 88-76 (Buva 19, Green 14) e sfrutta al meglio le sconfitte di Brindisi, Caserta e Cantù per salire a 14 punti e qualificarsi all'evento di Assago. Opportunità sprecata per l'Acqua Vitasnella, che perde il derby con Varese. La Openjobmetis inizia infatti il suo 2016 nel migliore dei modi, sconfiggendo 79-66 (Wayns 19, Abass 19) gli eterni rivali e togliendo loro l'accesso alle Final Eight. Brindisi si arrende 76-81 (Reynolds 20, Washington 19) a Cremona, che mantiene il secondo posto in coabitazione con Pistoia (facile 103-75 su una Capo d'Orlando sempre più in crisi) e Trento (71-66 proprio su Caserta). Lunedì il posticipo per la salvezza tra Pesaro e Torino.

Nell'anticipo dell'ultima giornata del girone d'andata l'Olimpia travolge la Dinamo 87-50 in una partita mai in discussione. Dominio dell'EA7 sotto canestro con McLean (19 punti), gara da dimenticare per Logan e Haynes, espulso Petway per doppio fallo antisportivo. La migliore difesa del campionato annienta il miglior attacco (85 di media), tenuto a 50 miseri punti. L'EA7 Milano travolge i campioni d'Italia del Banco di Sardegna Sassari (87-50) nell'anticipo dell'ultima giornata del girone d'andata. Intanto la Sidigas batte Venezia 88-76 con un grande ultimo quarto e strappa il posto a Brindisi in Coppa Italia. La Grissin Bon chiude il girono d'andata in testa con la vittoria per 77-67 contro Bologna. Varese si aggiudica il derby con Cantù vincendo 79-66

Venti punti e terzo posto in classifica: mai la Vanoli Cremona era stata così bella nel girone d'andata del campionato di Serie A. Il traguardo intermedio al giro di boa della stagione rappresenta un nuovo record nella storia del club cremonese nel massimo campionato, migliorando i 16 punti e il 7° posto della passata stagione. Un risultato che arriva grazie alla quinta vittoria esterna della stagione: solo il Banco di Sardegna Sassari in Serie A ha vinto tanto quest'anno fuori casa, e per la Vanoli le 5 vittorie lontano dal PalaRadi rappresentano un record, battendo le 4 della scorsa stagione. Alla squadra di Cesare Pancotto basta quindi una sola vittoria esterna per eguagliare il primato stagionale di 6, stabilito nella scorsa stagione. Record stagionale i 19 punti di Deron Washington, che alla sua 50esima partita in Serie A pareggia anche i 6 canestri segnati da due contro Pistoia, record stagionale e in carriera nel massimo campionato (4 volte). Con il 24 di valutazione, Washington fa registrare la propria sesta partita oltre quota 20, primo di squadra davanti a Tyrus McGee (5), e torna nella top 5 del torneo, al quinto posto con 16.5 di valutazione media. Grazie alle 3 palle recuperate al PalaPentassuglia, Washington è anche primo in Serie A nella classifica di specialità con 2.1 a partita. Record stagionale i 18 punti di Elston Turner, i 7 canestri realizzati da due e il 21 di valutazione, prima volta oltre quota 20 da quasi un anno a questa parte, precisamente dal 14 febbraio 2015 quando segnò 28 punti con 22 di valutazione contro Trento. Con il 3/5 del PalaPentassuglia, Tyrus McGee entra nella top 3 dei tiratori da tre punti del campionato con il 46.4% (26/56), la stessa percentuale avuta nel suo anno da senior ad Iowa State e quest'estate nella NBA Summer League di Las Vegas con i Chicago Bulls. Record in Serie A il +15 di plus/minus di Fabio Mian, ottenuto in 20'.


Riproduzione non consentita ©

Emirates si espande e con Panama City offrirà il volo no-stop più lungo della storia aerea: 17 ore e mezza. Il colosso aereo medio orientale aggiunge nuove destinazioni al suo già ricchissimo "global router". (Continua...)