www.italianews.org - Comunicazione e giornalismo

Basket, il torneo Pre Olimpiadi di Rio de Janeiro si svolgerà a Torino dal 4 al 10 luglio
Il nuovo CT della Nazionale Ettore Messina si presenta ai fans italiani

ROMA (Italy) - Oggi a Ginevra la FIBA ha ufficializzato che sarà Torino a ospitare uno dei tornei Pre Olimpici di qualificazione ai Giochi di Rio 2016 (4-10 luglio, gli altri due si giocheranno in Serbia e nelle Filippine). Ospitare il torneo Pre Olimpico a Torino rappresenta un riconoscimento per tutto il movimento della pallacanestro italiana. Queste le squadre partecipanti: Angola, Canada, Croazia, Repubblica Ceca, Filippine, Francia, Giappone, Grecia, Iran, ITALIA, Lettonia, Messico, Nuova Zelanda, Portorico, Senegal, Serbia, Tunisia e Turchia.

Ha già allenato la Nazionale dal 1992 al 1997, collezionando 105 panchine (66 vittorie). Con la Nazionale ha vinto l'Argento al Campionato Europeo di Barcellona 1997, l'Oro ai Giochi del Mediterraneo di Castelnau Le Lez 1993 e l'Argento ai Goodwill Games di S. Pietroburgo 1994. Ha guidato gli Azzurri anche ai Campionati Europei di Berlino 1993 e di Atene 1995, nel quale viene eletto miglior allenatore della manifestazione.


“Prometto sangue, lacrime e sudore per questa maglia”. Così Ettore Messina, nuovamente Commissario Tecnico della Nazionale Maschile dopo l'esperienza dal 1992 al 1997, si è presentato oggi alla stampa durante la conferenza che si è svolta a Roma presso il Salone d'Onore del CONI. Dopo i dovuti riconoscimenti all'ex Simone Pianigiani, il Presidente della FIP Sandro Petrucci ha presentato il nuovo CT: Mi fa piacere ricordare che Ettore Messina allena gratis la Nazionale, credo che non esista nessun altro al mondo che lo faccia: questa è la dimostrazione dell'amore che il Commissario Tecnico ha per la maglia azzurra. Stiamo già lavorando per il rinnovo dopo il Pre Olimpico perché non vogliamo far cadere sul CT tutte le responsabilità della qualificazione ai Giochi Olimpici. Abbiamo una Nazionale forte ma bisogna fare i conti anche con le altre squadre: sarà difficilissimo ma ci proveremo. A Torino le altre squadre dovranno avere paura dell'Italia”.

Fortemente emozionato, è intervenuto Ettore Messina: "E' una emozione forte, più forte di quella di 23 anni fa, allora non avevo una idea precisa a cosa andavo incontro, è una grande responsabilità. Il preolimpico? Abbiamo le carte in regola per qualificarci per Rio, abbiamo talento, entusiasmo, un vissuto importante perché abbiamo giocato e vinto anche partite importanti. Ce la giocheremo con tutti quanti". Sono le parole del ct dell'Italbasket, Ettore Messina, in occasione della presentazione al Salone d'Onore del Coni a Roma. Per il vice-allenatore dei San Antonio Spurs è un ritorno dopo l'esperienza in azzurro dal 1992 al 1997.

"Il preolimpico di Torino? L'obiettivo, come sempre nello sport, è competere al massimo livello possibile, poi se hai fatto il massimo e gli altri hanno fatto meglio gli dai la mano. Quando parlo coi ragazzi li sento molto motivati", prosegue il ct azzurro. "Il preolimpico a Torino può essere molto importante, ovviamente perché ci sarà una spinta da parte dei nostri tifosi. Allo stesso tempo dobbiamo anche essere bravi a non farci travolgere da tutto questo. Ci sono anche situazioni, come accaduto nei mondiali '90 o nell'ultimo preolimpico in Messico dove i padroni di casa pensavano di farcela e invece all'ultimo momento non ce l'hanno fatta. Bisogna anche prepararsi e pensare che il pubblico ti deve dare fiducia e convinzione nei momenti difficili, ma non ti deve dare la superficialità di dire che è fatta prima di giocare", prosegue il ct azzurro. "Mi piacerebbe poter garantire che andremo a Rio ma non posso farlo. Posso promettere sangue, sudore e lacrime, spero che ci troveremo qui per preparare le Olimpiadi e che la squadra possa giocare bene", conclude Messina.

E' nato il 30 novembre 1959 a Catania, Ha già allenato la Nazionale dal 1992 al 1997, collezionando 105 panchine (66 vittorie). Con la Nazionale ha vinto l'Argento al Campionato Europeo di Barcellona 1997, l'Oro ai Giochi del Mediterraneo di Castelnau Le Lez 1993 e l'Argento ai Goodwill Games di S. Pietroburgo 1994. Ha guidato gli Azzurri anche ai Campionati Europei di Berlino 1993 e di Atene 1995, nel quale viene eletto miglior allenatore della manifestazione.

Inizia la sua carriera di allenatore a soli 16 anni nelle giovanili della Reyer Venezia. Dopo una parentesi ad Udine da Assistente Allenatore, nel 1983 passa alla Virtus Bologna dove ricopre il ruolo di Responsabile del Settore Giovanile e di Assistente Allenatore della prima squadra. Nel 1989 viene promosso a Capo Allenatore della Virtus e alla prima stagione conquista immediatamente due trofei: Coppa Italia e Coppa delle Coppe. Il primo scudetto arriva nel 1993, successo che precede la sua avventura quinquennale con la Nazionale. Dopo l'Europeo del 1997 lascia la panchina azzurra per tornare alla Virtus Bologna dove, dal 1998 al 2002 conquista due Coppe dei Campioni, due scudetti e quattro Coppe Italia.


Nella stagione 2002-2003 passa a Treviso dove si aggiudica alla prima stagione Scudetto, Supercoppa Italiana e Coppa Italia. Con i veneti vince altre due Coppe Italia prima di trasferirsi nel 2005 in Russia per guidare il CSKA: con la formazione di Mosca vince 2 EuroLeghe (nel 2006 e nel 2008, eletto miglior allenatore della stagione), cinque scudetti, due Coppe di Russia e una United League. Dopo essersi consacrato tra i migliori allenatori europei di sempre e dopo due anni alla guida del Real Madrid, il salto in NBA: nella stagione 2011-2012 ricopre il ruolo di Assistant Coach dei Los Angeles Lakers. Lascia la California dopo una sola stagione per tornare nuovamente al CSKA Mosca, con cui vince in due stagioni uno scudetto e due United League. Nel 2014 un nuovo ritorno, quello in NBA: questa volta ricopre il ruolo di Assistant Coach di Gregg Popovich ai San Antonio Spurs. Il 26 novembre 2014 sostituisce Popovich nella partita contro gli Indiana Pacers che gli Spurs vincono 106-100. Messina diviene così il primo tecnico Europeo (e non nordamericano) a vincere una partita con una squadra NBA da Capo Allenatore. Viene nuovamente chiamato alla guida della Nazionale Maschile a novembre 2015. E' membro dell'Italia Basket Hall of Fame dal 2009.

Riproduzione non consentita ©

Emirates si espande e con Panama City offrirà il volo no-stop più lungo della storia aerea: 17 ore e mezza. Il colosso aereo medio orientale aggiunge nuove destinazioni al suo già ricchissimo "global router". (Continua...)