www.italianews.org - Comunicazione e giornalismo

L'aeroporto commerciale di Taranto-Grottaglie rinasce a nuova vita con "Droni" e "Pilotaggio remoto"
La giornata di presentazione presso la struttura aeroportuale tarantina ha accolto 500 accreditati all'evento

ROMA (Italy) - Si è tenuta stamani, organizzata da Aeroporti di Puglia, la manifestazione “Grottaglie Test Bed” -, evento che di fatto ha consolidato il ruolo dell’aeroporto jonico quale piattaforma logistica dell’area mediterranea destinata ad aggregare iniziative nazionali ed internazionali a sostegno della ricerca, sviluppo, sperimentazione e certificazione di soluzioni integrate tra trasporto aereo e industria aerospaziale.

L'incontro è stato anche l'occasione per rendere nota la programmazione della Regione Puglia che punta allo sviluppo dell’infrastruttura, anche attraverso la creazione di condizioni idonee a attrarre e radicare la crescita di importanti realtà produttive e scientifiche.


Un evento cui hanno partecipato autorevoli rappresentanti delle Istituzioni, dell'Aviazione Civile, delle Autorità Militari, delle Università e delle Imprese. Presenti il Ministro delle Infrastrutture e Trasporti, On.le Graziano Delrio; l’Assessore allo Sviluppo Economico della Regione Puglia, avv. Loredana Capone; il Gen.le Isp. Capo Francesco Langella, Direttore Armamenti Aeronautici e Aeronavigabilità Aeonautica Militare; il dott. Alessio Quaranta, Direttore Generale dell’ENAC - Ente Nazionale Aviazione Civile; il dott. Massimo Bellizzi, Direttore Generale dell’ENAV; il Dott. Giovanni Soccodato, Direttore Strategie, Sviluppo dei Mercati e del Business Finmeccanica; il Dott. Giuseppe Acierno, Amministratore Unico di Aeroporti di Puglia.

L'incontro è stato anche l'occasione per rendere nota la programmazione della Regione Puglia che punta allo sviluppo dell’infrastruttura, anche attraverso la creazione di condizioni idonee a attrarre e radicare la crescita di importanti realtà produttive e scientifiche. Un’azione che si armonizza con la programmazione avviata dal Distretto Tecnologico Aerospaziale Pugliese e che rientra in una logica di integrazione del valore e della funzione tra attività aeroportuale e attività aerospaziale che ha portato Aeroporti di Puglia e Regione Puglia a realizzare un cospicuo progetto di infrastrutturazione ed ampliamento dello scalo che ha tenuto conto anche delle esigenze espresse dai partner industriali coinvolti in questo ambizioso programma.

Significativa la presenza di un team del prestigioso Istituto Nautico-Aeronautico "Carnaro" di Brindisi guidato dal Comandante Pilota Giovanni Tombolini e dal Vice Preside Vincenzo Larenza. Il Comandante Tombolini, a proposito dei nuovi progetti mirati proprio sul pilotaggio remoto in sviluppo all'Istituto Carnaro: “Il futuro sono i droni: sia per quanto riguarda la logistica che per le attività aeronautiche. Da tempo abbiamo deciso di intraprendere questo percorso lavorando per la certificazione per formare i piloti dei droni. Abbiamo così raggiunto il nostro obiettivo e oggi siamo ponti per partire con questi corsi per la formazione di piloti di droni. Abbiamo la struttura e a breve partirà il primo corso con le attività operative.”

Importanti e mirate alla certezza di successo, le affermazioni del Presidente di Confindustria Brindisi Giuseppe Marinò presente all'evento insieme al Direttore Angelo Guarini: “Questo è un territorio che si caratterizza per avere uno stabilimento di questo tipo e un comparto nel settore aerospaziale. L’attività specifica dei droni guarda avanti con margini di crescita esponenziali per questo siamo fieri di ospitare nel territorio realtà di questo tipo che caratterizzano Grottaglie e tutta la Puglia. Anche Brindisi ha la sezione aerospaziale e su questa continuerà ad investire e puntare”. E in proposito, giova rammentare che proprio il capoluogo brindisino è il maggior volano per lo sviluppo aeronautico del territorio attraverso la presenza di numerosissime industrie del settore.

“L’aeroporto di Taranto Grottaglie assume, nell’ambito del Piano Nazionale dei Trasporti, un ruolo fondamentale quale infrastruttura chiave di livello internazionale per catalizzare iniziative a sostegno della ricerca, sviluppo, sperimentazione in campo aeroportuale, aerospaziale e della logistica integrata" ha dichiarato Giuseppe Acierno Amministratore Unico di Aeroporti di Puglia.

I lavori sono stati chiusi dal Ministro delle Infrastrutture e Trasporti, on. Graziano Delrio che ha parlato di Aeroporti di Puglia quale esempio concreto della capacità di fare sistema superando logiche di competizione locale per proiettarsi in una dimensione di concorrenza internazionale rispetto alla propria missione. Il Ministro ha altresì sottolineato l’importanza di Grottaglie quale parte integrante di un sistema in cui aeroporti, enti regolatori, imprese, mondo della formazione e dell’istruzione fanno squadra attorno a progetti di alto valore tecnologico e ha assicurando il proprio impegno a investire su questo progetto sostenendolo a livello internazionale. “Il pilotaggio a controllo remoto ha grandi prospettive per il futuro; sarà importantissimo lo sviluppo che avverrà qui a Grottaglie di studio, analisi e sperimentazione perché servirà a trasformare il traffico aereo nei prossimi anni e a renderlo più sicuro. Stiamo lavorando con l’Europa per uno spazio aereo unico controllato da sistemi ad alta tecnologia e l’Italia con Grottaglie potrà giocare un ruolo di guida in tutta l’Unione”. (Marika Del Zotti)


Riproduzione non consentita ©

Emirates si espande e con Panama City offrirà il volo no-stop più lungo della storia aerea: 17 ore e mezza. Il colosso aereo medio orientale aggiunge nuove destinazioni al suo già ricchissimo "global router". (Continua...)