www.italianews.org - Comunicazione e giornalismo

Chirurgia estetica, boom d'interventi. L'Italia al nono posto tra i leader mondiali. Seno, quello più richiesto
Ai chirurghi plastici ricorrono quasi mezzo milione di persone con un 15% di richieste maschili

ROMA (Italy) - Più seno, meno grasso. E poche, anzi pochissime rughe per le italiane, grazie a bisturi e punturine. Secondo gli ultimi dati l'intervento di chirurgia estetica maggiormente eseguito in Italia è la mastoplastica additiva (21.744 interventi con protesi nel 2015). Seguono in classifica la lipoaspirazione e il ritocco delle palpebre (la blefaroplastica) anche se – sempre di più – i veri protagonisti della bellezza sono i trattamenti non invasivi. Nel 2015, in Italia, ne sono stati eseguiti quasi 280mila, contro i 139mila circa messi a segno dalla chirurgia.


Sono alcuni dei dati relativi all’Italia emersi dallo studio condotto dall’International Society of Aesthetic Plastic Surgery Isaps, la più grande associazione internazionale di chirurghi plastici estetici. Parole d’ordine: rifarsi. Il seno, le labbra, il naso, l’addome, i glutei, ma anche allungarsi il pene o ringiovanire la vagina. Quanto alla hit degli interventi, l’aumento del seno è il primo in classifica in molti Paesi. E nel 2015 sembra aver registato un’impennata. Per la prima volta l’Isaps registra inoltre i casi di aumento con lipofiling, che consiste nel trasferire il grasso della paziente dai punti in cui è naturalmente presente nel seno. Secondo i dati nel 2015 in Italia sono avvenuti 1.656 aumenti con questa tecnica. Dall'indagine emerge anche un ideale di bellezza 'Italian Style', che sembra prevedere seno abbondante, fisico asciutto (la lipoaspirazione è infatti al secondo posto, con oltre 20 mila procedure) e viso fresco.

Infatti non solo tossina botulinica e acido ialuronico sono in assoluto i trattamenti in assoluto più eseguiti (rispettivamente con circa 110 mila e circa 109 mila procedure), ma in ambito chirurgico la terza e quarta posizione è occupata dalla blefaroplastica e dal lipofilling al viso. Se il primo serve a ringiovanire lo sguardo, il secondo consiste in un autotrapianto di grasso utile sia per riempire i volumi, sia per attivare nei tessuti (il nostro grasso è ricco di cellule staminali adulte) un importante processo di rigenerazione.

Ma quanto costano questi interventi? Per farsi un’idea basta andare sul sito di SIES (Società italiana di chirurgia e medica estetica), dove si trovano i costi minimi e massimi di qualsiasi intervento o trattamento estetico. I più costosi sono quelli che riguardano la mastoplastica additiva (da un minimo di 4.500.00 euro ad un max di 6.500 euro) e l’addomino plastica completa ( da un minimo di 3.500 euro ad un max di 6.500). L’intervento più richiesto? La liposuzione che si attesta fra i primi posti con 43.989 interventi effettuati. I costi variano tra i 2.500/4.500 euro. Solo per questo intervento e facendo un rapido calcolo, moltiplicando i 43.989 interventi per un costo ognuno di 2.500 euro, si ha già una cifra considerevole: 109.972.500 milioni di euro. Il secondo è la mastoplastica additiva, ossia l’aumento del seno (33.532 interventi), che va da un minimo di 4.500.00 euro ad un max di 6.500 euro, poi troviamo l’addomino plastica completa (min 3.500 euro ad un max di 6.500), seguita dalla blefaroplastica, il ringiovanimento dello sguardo (32.313 interventi) al costo di 1.000/2.000 euro e il lipofilling, ossia il trapianto del proprio grasso in altre parti del corpo, utilizzato per riempire le rughe del volto o piccole depressioni del corpo. Sempre più richiesto e attenzione, non solo dalle donne, l’aumento dei glutei, gluteoplastica, che ha registrato un +6,6% e può costare tra i 6.000/7.000 euro.

Tra i Paesi che hanno effettuato il maggior numero di trattamenti, al primo posto c’è la conferma degli Stati Uniti, con oltre 4 milioni di interventi, il 18,6% del totale, seguita da Brasile (poco più di 2 milioni e 300mila, 10.7%) e Sud Corea (un milione 150mila, 5,3%). L’Italia è nona con 418.760 interventi, l’1,9% del totale. L’altra tendenza che emerge dai dati Isaps è l’aumento della presenza maschile negli studi medici dei chirurghi plastici. Pur essendo il mondo della bellezza ancora dominato dalle donne, (oltre 8 milioni di interventi, l’84.7% del totale), quasi un milione e mezzo di trattamenti estetici e operazioni hanno riguardato gli uomini, pari al 15,3% del totale: nel 2014 erano il 13.7%

Per quanto riguarda l’aumento del seno in ragazze minorenni, l’Italia è l’unico paese tra quelli nella top ten a non averne eseguiti. Anche negli altri Paesi la ragione principale dell’intervento è sempre dovuta a qualche motivo congenito, ma non manca chi l’ha fatto per motivi cosmetici: il 37.9% in Brasile, il 44.7% in Messico e il 41.8% negli Stati Uniti. L’indagine Isaps fornisce dati anche per quanto riguarda il turismo medico nel 2005: in Italia un paziente su 10 proviene da un altro Paese, in particolare Russia, Romania e Svizzera.


Riproduzione non consentita ©


Emirates migliore linea aerea del mondo. L'annuncio da Skytrax World Airline Awards 2016. Questa è la quarta volta che Emirates vince il miglior riconoscimento da quando i premi sono stati introdotti 15 anni fa; la compagnia ha vinto il primo riconoscimento Skytrax come Migliore compagnia al mondo nel 2001, ancora nel 2002 e nel 2013. In totale, Emirates ha vinto un totale di 20 premi Skytrax World Airline dal 2001. (Continua...)