www.italianews.org - Comunicazione e giornalismo

Libri scolastici, i mercatini e siti web per risparmiare
Contro il nuovo aumento di libri di testo e accessori ci corrono incontro social e passaparola scolastici

ROMA (Italy) - Mancano poche ore al suono della campanella e molti studenti italiani si preparano a tornare sui banchi di scuola. Come ogni anno, a pesare sull'economia delle famiglie sono soprattutto i testi scolastici, ed è per questo che spesso si decide di ricorrere all'acquisto di libri usati. Come ricorda 'Studenti.it', però, esistono tre soluzioni per risparmiare sull'acquisto dei libri e del corredo scolastico: vincente il passaparola all'interno della scuola che consente uno scambio rapido dei testi; comprare online attraverso siti specializzati oppure servirsi dei mercatini di libri usati delle proprie città.


La prima cosa da fare, quando si cerca un libro usato, è chiedere nella propria scuola: spesso i testi adottati in una stessa sezione sono gli stessi, perciò basterà rivolgersi ai ragazzi della classe successiva alla propria e chiedere tra gli studenti se c'è qualcuno intenzionato a vendere i propri manuali. Nella maggior parte dei casi si riuscirà a trovare libri in buono stato e a comprarli al 50% del loro prezzo originale. Sempre nella propria scuola, si può dare un'occhiata agli annunci sulle bacheche: spesso ex alunni lasciano le liste dei libri usati che vogliono vendere e un recapito telefonico per contattarli.

Se una volta l'unico modo per acquistare i libri usati era individuare i mercatini più vicini, da qualche tempo le librerie e i mercanti si sono attrezzati per consentirne l'acquisto e la vendita anche online. Come il banco n.4 di Lungotevere Oberdan, il famoso mercatino romano di libri usati (che offre inoltre la possibilità di stampare un coupon per un extra sconto) o il Banco n.7, sempre di Lungotevere Oberdan, in cui è presente proprio uno shop online. Stesso discorso vale per anche il Banco n.15, che spedisce libri in tutta Italia e 'Libridea', un sito che consente di acquistare online i testi scolastici.

Un sito di libri usati molto fornito è inoltre 'Comprovendolibri.it', che oltre a possedere numerosi titoli e un'ampia scelta, permette anche di acquistare al miglior prezzo. Lo stesso discorso vale per 'Libroscambio.it', un sito dove è possibile fare ottimi affari, o 'Libraccio', uno dei più famosi rivenditori di libri usati di Roma, che ha un sito online per acquistare e risparmiare fino al 50% sul prezzo dei manuali scolastici di seconda mano.

Testi usati e sconti sul nuovo sono disponibili anche sul sito di Coop: per tutti i clienti è disponibile uno sconto del 15% sul prezzo di copertina, mentre i soci hanno diritto a un ulteriore 5% sul totale dell'importo pagato. Chi acquista testi usati da Coop li paga il 60% del prezzo di copertina, mentre chi li vende riceve un buono spesa pari al 30% del prezzo di copertina. Non solo: con il grande sviluppo dei social network, sono nati su Facebook numerosi gruppi di compravendita di libri scolastici usati. Basta cercare quello relativo alla propria città, iscriversi e inserire il proprio annuncio. Stesso discorso vale per i gruppi Facebook relativi al proprio liceo di appartenenza: anche qui si può inserire un post per chiedere se qualcuno è in possesso dei libri che si desiderano comprare, e se è disposto a venderli.

Tra i metodi tradizionali per trovare libri usati, quello di recarsi presso i mercatini situati in tutta Italia. I mercatini di libri usati vengono promossi a livello locale sia da strutture laiche sia da oratori, associazioni studentesche, onlus, etc. Per tutti l'obiettivo è quello di far fronte al caro libri, dando una seconda vita ai manuali scolastici che finiscono con il riempire i propri scaffali senza però essere mai utilizzati.


Riproduzione non consentita ©
 



 

www.italianews.org - Comunicazione e giornalismo

Nuovo anno scolastico e nuovo aumento per libri di testo e accessori. I consigli per risparmiare
Ecco le raccomandazioni dell'Unione Consumatori per genitori e alunni: una spesa consapevole e utile

ROMA (Italy) - Ultimi giorni per comprare i libri di scuola che, secondo le stime dell'Unione nazionale consumatori, hanno registrato un aumento dell'1,2% rispetto ad agosto 2016. E proprio per questo l'associazione ha diffuso una serie di consigli per risparmiare sull'acquisto dei libri e del corredo scolastico. Ecco una serie di consigli ad hoc per i genitori: verificare, prima dell'acquisto, se l'edizione nuova è realmente tale. Libri usati, è preferibile farlo direttamente da altri studenti: si risparmia fino al 50% del prezzo di copertina. Acquistare i libri on line può convenire rispetto alla libreria tradizionale, anche fino al 15% sul prezzo di copertina


L'Unione nazionale consumatori ha, dunque, stilato una serie di consigli ad hoc per i genitori: devono verificare, prima dell'acquisto, se l'edizione nuova è realmente tale. Se si acquistano libri usati, è preferibile farlo direttamente da altri studenti: si risparmia fino al 50% del prezzo di copertina. Altrimenti, si possono trovare nelle bancarelle, in alcune librerie e ora anche presso alcuni catene della grande distribuzione (di solito si riceve un buono spesa pari al 30% del prezzo di copertina).

Acquistare i libri on line può convenire rispetto alla libreria tradizionale, anche fino al 15% sul prezzo di copertina. Sì anche ai libri in formato digitale, scaricati sul tablet o sul computer. Leggere libri direttamente sul tablet alleggerisce sia la spesa che lo zaino dei ragazzi. Attenzione, però, se si decide di stamparli in proprio: i costi potrebbero essere superiori al vecchio e tradizionale acquisto. Non tutte le scuole e gli insegnanti, poi, consentono di portare il tablet in classe.

Le scuole dovrebbero favorire lo scambio diretto tra studenti, consentendo nelle bacheche l'affissione di annunci e organizzando specifiche iniziative. Oltre a scambiarsi libri, si può condividere lo stesso testo con altri. Oltre a risparmiare, si educano i giovani all'economia della condivisione. Si può, ad esempio, acquistare un solo libro e poi dividerlo con il compagno di banco o con il compagno di classe con il quale si fanno solitamente i compiti.

Chiedere che nella biblioteca della scuola o del comune ci siano in abbondanza i libri di testo, in modo da poter ricorrere a prestiti a domicilio. Ideale è il comodato d'uso: gli studenti tengono il libro per tutto l'anno e si impegnano a restituirlo in buone condizioni. Alcune scuole acquistano i libri di testo per conto di tutti gli studenti, in modo da risparmiare sull'acquisto grazie al grande quantitativo e all'ordinativo all'ingrosso.

In alcuni istituti i professori fanno dispense gratuite per gli studenti. Iniziativa lodevole, secondo l'Unc, che si spera si diffonda. Anche presso gli ipermercati è possibile acquistare libri scolastici, risparmiando rispetto alla cartolibreria. Di solito è il 15% sul prezzo di copertina o il 20%, ma in buoni acquisto.

Riguardo al corredo scolastico, suggerisce l'Unc di non guardare la pubblicità e non inseguire le mode. Insegnate ai ragazzi a non seguire necessariamente la moda del momento e a non farsi condizionare dalla pubblicità. Non inseguendo le mode, per il corredo potreste spendere il 40% in meno, acquistando prodotti di identica qualità. Basta non comperare gli articoli legati ai personaggi dei cartoni animati, rinunciare allo zaino dei beniamini o all’astuccio visto in tv. Provate a renderli liberi dal mercato pubblicitario o cercate, almeno, un compromesso.

Negli ipermercati si può arrivare a risparmiare fino al 30% rispetto al corredo acquistato in cartolibreria se la catena decide di usare i prodotti scolastici come prodotti civetta, ossia vendendoli sottocosto e contando sul fatto che poi acquisterete anche tutto il resto, non scontato. Approfittatene, quindi, ma acquistate solo i prodotti realmente in offerta. Poi cambiate negozio il rischio dei grandi punti vendita è di acquistare anche quello che non vi serve, vanificando il risparmio. Andate, quindi, con la lista dettagliata della spesa fatta razionalmente a casa e obbligatevi a rispettarla. Se, infatti, acquistate decidendo quello che vi serve mentre osservate i prodotti esposti sugli scaffali e girate tra le corsie, sarete in balia del centro commerciale.

Non fatevi prendere dall’ansia del 'tutto e subito'. Non è obbligatorio acquistare subito tutto quello che servirà durante l'intero anno scolastico. Le scorte di quaderni e penne si possono fare se sono in offerta, altrimenti meglio rinviare l'acquisto. Aspettando, si può anche risparmiare.

Per le cose più tecniche (dal compasso ai dizionari) è bene aspettare i suggerimenti dei professori. Eviterete, in tal modo, acquisti inutili o, peggio ancora, sbagliati".

Le offerte promozionali e kit a prezzo fisso possono essere convenienti. Se non sono frutto di un accordo con le associazioni di consumatori, che fanno da garante, confrontate comunque i prezzi e controllate la qualità del prodotto, specie per lo zaino e il trolley (per la schiena è preferibile il trolley, salvo ci siano troppe scale da fare all'interno della scuola e il trolley non abbia spallacci a scomparsa).


Riproduzione non consentita ©


Emirates migliore linea aerea del mondo. L'annuncio da Skytrax World Airline Awards 2016. Questa è la quarta volta che Emirates vince il miglior riconoscimento da quando i premi sono stati introdotti 15 anni fa; la compagnia ha vinto il primo riconoscimento Skytrax come Migliore compagnia al mondo nel 2001, ancora nel 2002 e nel 2013. In totale, Emirates ha vinto un totale di 20 premi Skytrax World Airline dal 2001. (Continua...)