Redazione

www.italianews.org - Comunicazione e giornalismo

Il cibo spazzatura è spesso anche quello dal quale si è più dipendenti. Allarme per gli adolescenti
I pericoli dell'acne si superano anche eliminando o diminuendo di molto queste pietanze

ROMA (Italy) - Wurstel, Pizza, Gelato, Patatine fritte o cioccolato. Resistere a questi cibi è molto difficile. Ma la spiegazione è scientifica. Ci sono infatti degli alimenti che creano una vera e propria dipendenza ed è la rivista Time che ha provveduto a redigere una lista dei 10 cibi che inducono dipendenza. Un'ossessione che per gli adolescenti è molto pericolosa soprattutto per lo sviluppo fisico e mentale. Il festival dell'acne è dietro l'angolo unitamente alle disfunzioni che apportano i chili di grassi e zuccheri che nel cibo spazzatura sono poi i peggiori nemici. Ecco quindi i 10 alimenti ritenuti veramente dannosi se non utilizzati con vera parsimonia.


Il cosiddetto junk food è tutto quel cibo che è povero di vitamine, antiossidanti, acidi grassi essenziali e di altri elementi nutrizionali importanti: al contrario, è ricco di colesterolo, glucidi raffinati, sale da cucina, grassi saturi. Un cibo che è quindi fortemente calorico, ma che non fornisce gli elementi nutritivi essenziali per una dieta equilibrata. Il cibo spazzatura è del tutto inappropriato per la crescita dei bambini e anche per gli adulti può rappresentare la causa prima di diversi problemi e patologie: non a caso rappresenta il primo fattore indiziato per il dilagare dell’obesità nella società odierna. Tra gli effetti noti associati al consumo del cibo spazzatura c’è quello di favorire l’insorgere del diabete, di svariate malattie cardiovascolari e di alcuni tipi di tumori. Come dimostrato da alcuni recenti studi, crea dipendenza e può portare a stati di depressione.

Ci sono infatti cibi che creano dipendenza. E non è solo un'impressione, ma lo dice la scienza. Come riporta il magazine statunitense Time, la neuroscienziata americana Nicole Avena, esperta in nutrizione, ha individuato i dieci cibi che danno più dipendenza: sono quelli con una combinazione perfetta di contenuto di carboidrati raffinati come la farina e lo zucchero e di grassi aggiunti, che stimolano il cervello a volerne ancora. Eccone alcuni:

Patatine fritte in busta – creano dipendenza a causa del sale contenuto in esse e per il fatto che non saziano lo stomaco.

Torte – potenzialmente “pericolose” per coloro che non hanno abbastanza autocontrollo per fermarsi alla prima fetta e dannose soprattutto quando sono molto zuccherose e farcite.

Wurstel - non sono altro che ritagli, ossia miscugli di carne di pollo e manzo, derivati dagli scarti della bistecca o delle costolette, prevalentemente composti da muscolo. Questi ritagli vengono macinati e quindi mescolati con amido, sale e aromi per addensare e insaporire il tutto.

Biscotti – anche qui attenzione ai golosi, soprattutto quando non si tratta di biscotti semplici e di biscotti secchi. E poi si sa, un biscotto tira l’altro…

Patatine fritte – anche qui il pericolo principale arriva dal sale, che insaporisce gli alimenti e crea una sorta di dipendenza per cui non si riesce a smettere di mangiarle.

Hamburger – crea dipendenza soprattutto se accompagnato dal pane.

Cioccolata
– anche qui occhio a tipo di prodotto che si consuma. Il cioccolato fondente, a piccole dosi, fa tutt’altro che male.

Pollo fritto
– una dipendenza da cui stare alla larga, soprattutto perché l’olio non è sempre di ottima qualità e perché i cibi fritti, in generale, andrebbero evitati o limitati.

Gelato – tra gli alimenti che creano dipendenza anche il gelato, che mangiato saltuariamente, privilegiando soprattutto prodotti sani, non fa certo male.

Cereali – anche questi ultimi possono creare dipendenza ma gli eventuali pericoli, in questo caso, derivano soprattutto dallo zucchero che vi si aggiunge.

Ma per quale ragione i cibi sopra elencati ci creano questa dipendenza? I carboidrati raffinati, i grassi e gli zuccheri rappresentano una miscela micidiale per il nostro cervello che è spinto a desiderarne sempre di più con gravi conseguenze soprattutto per gli adolescenti in termini di malattie dermatologiche tra cui la pericolosa "Acne" le cui cause sono in stretta correlazione con il cosiddetto "cibo spazzatura". Alimenti che, quindi, sono assolutamente da evitare se si sta cercando di mantenere pura la propria pelle. I cibi tipo "fast food", infatti, sono altamente dannosi per l’organismo, in quanto aumentano il grado di infiammazione nel corpo. L'infiammazione, di conseguenza, porta all’insorgere dei brufoli.

L'importante parere della dr.ssa Emanuela Giannuzzo del Centro Medicina Estetica e Nutrizione Clinica Brindisi, tel. 3201106137. E’ stato dimostrato che alcuni tipi di cibi aumentano le probabilità di una insorgenza e riacutizzazione dell’acne. Questi alimenti includono il cioccolato e il cibo definito spazzatura, cioè cibi particolarmente conditi e grassi tra cui, incredibilmente, anche il latte vaccino. In questo ultimo caso, responsabili sarebbero gli ormoni che vengono utilizzati per stimolare la crescita dei bovini. Inoltre, gli alimenti con un alto indice glicemico, come il pane bianco, le patate, le bevande zuccherate e le merendine, possono provocare riacutizzazione di acne. Ricerca a parte, per scoprire quali cibi fanno male alla pelle, sarebbe utile tenere un diario alimentare per un mese circa, durante il quale si può evidenziare, andando a ritroso di 72 ore dalla comparsa dello sfogo, ciò che si è mangiato e notare l’associazione a determinati cibi. Visualizza la Rubrica "Salute & Estetica"

Riproduzione non consentita ©


Emirates migliore linea aerea del mondo. L'annuncio da Skytrax World Airline Awards 2016. Questa è la quarta volta che Emirates vince il miglior riconoscimento da quando i premi sono stati introdotti 15 anni fa; la compagnia ha vinto il primo riconoscimento Skytrax come Migliore compagnia al mondo nel 2001, ancora nel 2002 e nel 2013. In totale, Emirates ha vinto un totale di 20 premi Skytrax World Airline dal 2001. (Continua...)