Redazione

www.italianews.org - Comunicazione e giornalismo

Il web in rivolta contro il mondo della scuola: "i compiti a casa" sono inutili e dannosi
Pediatri, educatori e letterati sono tutti in favore dello "spazio vitale" extra scolastico degli adolescenti

ROMA (Italy) - 'Basta Compiti!' è la petizione lanciata su Change.org da Maurizio Parodi, dirigente scolastico di Genova, già firmata da quasi 24mila sostenitori. Ciò che si chiede è che "i compiti a casa siano aboliti, nella 'scuola dell'obbligo'. La petizione ha raccolto adepti in tutto il mondo ponendo il problema più seriamente del previsto. Le insegnanti si schierano ma nulla possono contro "i programmi" decisi dal Ministero. Ecco lo sfogo della scrittrice Bunmi Laditan che lancia l'ennesimo attacco all'inutilità dei compiti a casa.


"Mia figlia ha chiuso con i compiti". Inizia così un lungo post pubblicato su Facebook dalla scrittrice Bunmi Laditan che in pochi giorni ha fatto incetta di like e condivisioni e che ha riacceso il dibattito sui compiti a casa assegnati ai piccoli studenti. Qualche mese fa era stata la mamma di Mariasole a puntare i riflettori sulla questione e ora Laditan, madre di una bambina di 10 anni, ha deciso di portare avanti la battaglia contro l'eccessiva mole di studio condividendo sul web un'email inviata alla scuola in cui annuncia che "Maya ridurrà drasticamente la quantità dei compiti".

"Mia figlia è a scuola dalle 8.15 della mattina alle 4 del pomeriggio tutti i giorni", spiega la mamma, "quindi qualcuno può spiegarmi perché deve fare i compiti per altre due o tre ore ogni sera? Fare i compiti fino alle 6.30, poi cenare e rilassarsi per un'ora prima di andare a letto che senso ha?" Secondo Laditan le ore trascorse a fare i compiti sottraggono tempo prezioso alla figlia "per essere semplicemente una bambina" e per dedicarsi alla famiglia. "I bambini hanno bisogno di un po' di tempo per riprendere fiato dopo la scuola esattamente come gli adulti ne hanno bisogno dopo il lavoro", scrive su Facebook, "hanno bisogno di giocare con i loro fratelli. Hanno bisogno di creare un legame con i loro genitori in un'atmosfera rilassante, non in una in cui tutti sono stressati a proposito delle frazioni perché io non sono un'insegnante. I bambini hanno bisogno di tempo per godere della loro infanzia".

Il post ha scatenato la reazione del web, soprattutto di insegnanti che si sono sentiti chiamati in causa e si sono subito divisi tra favorevoli e contrari alla presa di posizione della mamma. C'è chi sottolinea "la gioia e l'importanza della conoscenza" e chi teorizza che "più riposo e meno compiti producono adulti più felici", ma c'è anche chi, infine, tenta di chiudere la questione sostenendo che "i bambini hanno bisogno di essere bambini, ad ogni età".

Lo sfogo in un post da Mamma a Scuola - "Questo è quello che ho scritto oggi sul diario di Mariasole, basta compiti e basta torturare questi bambini dopo che passano 8 ore seduti sui banchi". Fa discutere e riaccende il dibattito sui compiti a casa per i piccoli studenti questo post pubblicato da una mamma su Facebook a corredo di una foto con la giustificazione per la figlia. "Gentili maestre - scrive la mamma - Mariasole non ha potuto studiare storia, perché dopo 8 ore di scuola dalle 17.00 alle 19.30 ha dedicato il suo tempo libero restante in attività ricreative e sportive". "W questa mamma! - si legge in un altro commento - "Ha perfettamente ragione. Non servono a niente i compiti dopo 8 ore di scuola. E' una tortura inutile. I bambini, dopo 8 ore di scuola, devono giocare altrimenti impazziscono. Il gioco, a quell'età, è forse ancora più importante dello studio".

Esami in vista, ecco le App giuste e i preziosi archivi di Italia News Press Agency "open".
Una manciata di settimane e poi tutti a correre ai ripari in vista degli esami di Stato.


Riproduzione non consentita ©


Emirates migliore linea aerea del mondo. L'annuncio da Skytrax World Airline Awards 2016. Questa è la quarta volta che Emirates vince il miglior riconoscimento da quando i premi sono stati introdotti 15 anni fa; la compagnia ha vinto il primo riconoscimento Skytrax come Migliore compagnia al mondo nel 2001, ancora nel 2002 e nel 2013. In totale, Emirates ha vinto un totale di 20 premi Skytrax World Airline dal 2001. (Continua...)