Italia News Partner
Latest news from Italy and the world




Author: Samarin Eve
La Thailandia resta il paese numero uno nelle aspirazioni dei viaggiatori di tutto il mondo
L'ex Siam regala ai suoi milioni di visitatori natura incontaminata, cultura asiatica e la giovialità dei suoi cittadini

ROMA (Italy) - La Thailandia è una destinazione che regala ai viaggiatori i bei sorrisi della gente, natura, ricchezza culturale asiatica e eccellenti attività turistiche. Per molti, infatti, è considerata "la vacanza della vita". Geograficamente è in una zona tropicale e quindi visitabile tutto l’anno anche se il periodo ideale resta da dicembre ad aprile soprattutto per evitare la stagione dei Monsoni. Da non perdere, l’affascinante e caotica capitale Bangkok, la dinamica e spesso discussa Phuket e per le preziose spiagge Phi Phi Island e Koh Samed. Per gli appassionati di arte e storia orientale, invece, il posto d’onore lo detiene Ayutthaya, anche se assolutamente imperdibile è una visita completa a Sukhothai, il meraviglioso parco archeologico riconosciuto tale anche dall’Unesco, che conquista per i suoi sensazionali tramonti mozzafiato.

I thailandesi sono considerati ovviamente sorridenti, tranquilli, gentili e accoglienti nonostante la maggioranza non parli bene l’inglese. La famosissima capitale Bangkok è caotica e stancante come le altre grandi capitali nel mondo ma allo stesso tempo affascinante da vedere e divertente per le numerose attrazioni e attività che partono dal mattino e proseguono fino a notte fonda, per questo motivo viene chiamata la città che non dorme mai e nella quale ci si muove comodamente con gli efficientissimi mezzi pubblici. Dal futuristico "aeroporto di Suvarnabhumi" fino al centro di Bangkok ci si può spostare con il treno rapido "airport rail link", mentre nell’area centrale, ci sono lo skytrain (bts), la metro (mrt), taxi, tuk-tuk.

Nella capitale, suggeriamo due tour, uno culturale "alla città reale" e l'altro ai "floating market".
Il primo prevede la visita con la barca dei celebri templi situati lungo il fiume Chaopraya, come il "Tempio dell’alba" o chiamato in thailandese “Wat arun” che presenta una pagoda di porcellana che brilla sotto il sole. Qui ci si può arrampicare sulle strette scale per raggiungere le tipiche terrazze e godere lo splendido panorama del fiume. A protezione all’entrata sono situate due guardie giganti chiamate “Yak wat chaeng” che hanno come nemici i giganti del tempio collocato dalla parte opposta del fiume cioè “wat po” dove è situato l’enorme Buddha sdraiato rivestito d’oro. Da non perdere, anche “Wat Pra Kaew” e il tempio del “Buddha di smeraldo” situato nella stessa zona del palazzo reale. A Wat Po vale la pena una visita al centro massaggio tradizionale riconosciuto come la prima scuola storica di massaggio thailandese.

Suggestivi e coloratissimi, i "floating market" restano una delle mete imperdibili. Dalla frutta al pesce e dalla carne alle verdure (cotte o crude), passando per scarpe, borse e vestiario, tutto galleggia sulle centinaia di barche che affollano i canali dei mercati di Amphawa e Damnoen a 100km da Bangkok.

Dopo le escursioni, si torna alla modernità nel cuore di Bangkok. Con lo Skytrain potete raggiungere il quartiere di Siam e godervi lo shopping nei grandi magazzini Central World, Siam Paragon, Siam Center e MBK in cui potrete trovare tutto quello ciò volete e desidarate. Durante il fine settimana, poi, vale il mercato all’aperto “Chatuchak” oppure “JJ Market” dove si vendono merci di ogni genere.

Essendo la city piena di grattacieli, si può anche pensare ad una serata chic con l’aperitivo sui “rooftop” per ammirare la bella vista della capitale. La terrazza più famosa e lussuosa è lo “sky bar” che possiamo trovare nella scene del film americano “hangover part II” al 64esimo piano di “Lebua hotel”.

Si bevono ottimi cocktail anche al “Vertigo e moon bar” a “Banyan tree hotel” su “Sathorn road”. In tal caso si richiede di vestirsi con l’abbligliamento appropriato tendenzialmente elegante.

E’ inevitabile parlare della cultura dello “street food di Bangkok”. Nella lunga strada di “China town” troverete una varietà dei ristorani e bancarelle che propongono pietanze della tradizione thai-cinese oltre a pescati di qualità. I locali sono aperti dal tardo pomeriggio fino alla mezzanotte.

Pensando al mare thailandese è possibile tuffarsi non solo a sud ma anche nelle splendide acque isolane nella costa est. L’isola “Samed” o "Koh Samed" in thai, si raggiunge facilmente da Bangkok in solo 3 ore di pullman. Le spiagge di sabbia bianca contrastano perfettamente con l’acqua limpida e azzurra del mare.

Nell’sola si può trovare un’ambiente amichevole e rilassante e non particolarmente assaltato dai turisti. Di sera i ristoranti sistemano i tavoli con i materassi e i cuscini sulla spiaggia offrendo il fantastico spettacolo del fuoco.

Per gli appassionati dell’arte e la storia orientale, non potete perdere Ayutthaya, l’antica capitale del "Siam" l’originario nome della Thailandia. La meta è a sole due ore di treno o pullman dalla capitale. Ospita templi e rovine di oltre seicento anni che rispecchiano la gloria del periodo prosperoso ed è Patrimonio Mondiale Unesco. I templi principali sono a “Wat pra mahatat” dove è possibile fotografare la splendida testa del “Buddha incastrata negli alberi” e le tre pagode presso “Wat pra si sanpet”.

Immancabile, la visita al parco archelogico di Sukhothai che si trova nel nord sulla strada che porta da Bangkok a Chiangmai ed è raggiungibile in sei ore con pullman o in un’ora di aereo. La scena dei meravigliosi templi si arricchisce nel momento del tramonto che è definito da tutti quale “mozzafiato”.

Durante il mese di novembre, poi, in base al calendario della luna cade un giorno in cui si celebra la tradizionale festa del “loy kratong”, la "richiesta di una benedizione alla dea dell’acque" attraverso delle ciotole di foglie di banana decorate con i fiori e candela chiamata appunto Kratong. Ammirevole lo spettacolo delle candele luminose che gallegiano nel lago o fiume adiacente ai templi durante la festa.

Parlando delle tappe esotiche nel nord, Chiangmai e Chiangrai sono mete ideali per avventuorose attività quali “tribù delle donne giraffa”, il “triangolo d’oro” verso i confini di Thailandia, Myanmar e Laos e il parco “elephant natural park”. Le destinazioni più popolari, invece, sono al sud con le sue splendide e assolate spiagge. La Thailandia è bagnata da due mari. Il mare delle Andamane situato a ovest con le isole più turistiche Phuket, Koh phi phi, Koh similan e Koh lipe, mentre sul golfo della thailanda a est troviamo Koh tao, Ao nang yuan, Koh pangan dove si organizza il celebre “full moon party”

Visualizza anche il reportage: Thailandia, il paese dei sorrisi vera porta d'oriente


Da Milano a New York con Emirates

Viaggi & Turismo - Esperienze e Consigli per girare il mondo

Puglia: natura, cultura e gastronomia

Miami Beach: la regina della Florida

Spenderò tutti i miei soldi in viaggi, Travel group di Fb

Viaggi: Info e consigli del Ministero degli Esteri italiano

La Puglia per gli amici viaggiatori della Thailandia

International Humanitarian Conference

Emirates, Expo 2020 in Dubai
Istituzioni & Sicurezza italiana

Riproduzione non consentita ©