Italia News Partner
Latest news from Italy and the world




Redazione
Una sola verità nella Giornata Mondiale dell'Autismo: il peggior male è essere lasciati soli ...
Illuminiamo tutto di blu ma impariamo anche ad essere anche meno ipocriti verso i "nostri amici" colpiti da autismo

ROMA (Italy) - La situazione è gravissima. Secondo le ultime stime, un bambino su 68 soffre della sindrome, un dato cresciuto di 10 volte negli ultimi 40 anni. Il numero dei maschi con autismo è di 4-5 volte superiore a quello delle femmine.

Attualmente solo in Italia si contano 500mila famiglie che in ogni momento del giorno e della notte lottano per contribuire a migliorare la qualità della vita delle loro persone care e di quanti sono stati riconosciuti affetti dalla sindrome dello spettro autistico. E quindi diventa essenziale il loro coinvolgimento nelle attività che regolano la vita di tutti i giorni compreso lo sport che con il Basket in prima fila, dona occasioni di interazioni sociali insostituibili. L'esempio della "Olimpia - EA7 Armani di Milano" che sviluppa un importante progetto insieme ai ragazzi e alle loro famiglie.


In Italia, il 2 aprile, piazze e monumenti si illuminano o hanno un segno blu. Nelle piazze, inoltre, si possono trovare volontari che raccontano la vita quotidiana di una persona con sindrome dello spettro autistico e delle loro famiglie, allo scopo di sensibilizzare su questo disturbo. E lo sport, con il Basket in prima fila, dona occasioni di interazioni sociali insostituibili. Il miglior esempio proviene dalla "Olimpia - EA7 Armani di Milano" che sviluppa un importante progetto insieme ai ragazzi e alle loro famiglie.

Ecco i bambini e i ragazzi, con Sindrome dello Spettro Autistico, iscritti ai corsi di “avvicinamento alla Pallacanestro” organizzati dalla Cooperativa Sociale Fabula Onlus, in collaborazione con la Pallacanestro Olimpia Milano.

L'autismo rientra in quelli che vengono definiti "disturbi pervasivi dello sviluppo", un insieme di disturbi complessi che possono manifestarsi con gradi variabili di gravità. I problemi compaiono già nella prima infanzia, intorno ai due-tre anni, e persistono per tutta la vita. Oltre a una diagnosi tempestiva, è fondamentale che chi ne è affetto venga affidato alle cure dei medici che presto consiglieranno il percorso più idoneo da seguire.

La diffusione dell’autismo rende tutti accordo che il fenomeno sia in crescita. Secondo l’Organizzazione mondiale della sanità (Oms), i disturbi dello spettro autistico colpiscono nel mondo un bambino su 160. Secondo il Cdc (Center for disease control) statunitense, negli Usa l’incidenza della malattia è di un bambino su 68 ed è in forte crescita.

Nel 2000, infatti, era di un bambino su 150. Recenti stime indicano che 3 milioni di persone sono affette dal disturbo negli Usa e circa 60 milioni nel mondo. Sarebbero Giappone e Gran Bretagna i Paesi dove i disturbi si manifestano più spesso.


Da Milano a New York con Emirates

Viaggi & Turismo - Esperienze e Consigli per girare il mondo

Puglia: natura, cultura e gastronomia
Istituzioni & Sicurezza italiana

Riproduzione non consentita ©