Italia News Partner
Latest news from Italy and the world



Redazione
Allarme in Italia per protesi dentarie fasulle impiantate da odontoiatri senza scrupoli o non autorizzati
L'Accademia di odontoiatria protesica mette in guardia i pazienti. I consigli del Dr. Giuseppe D'Apolito

ROMA (Italy) - Sono numerosi i casi di cronaca sul problema delle protesi dentali fasulle e non a norma, come quelli verificatisi di recente nel milanese e in provincia di Ascoli Piceno. Per questo, l’Accademia italiana di odontoiatria protesica (Aiop), in occasione del suo decimo meeting Mediterraneo a Riccione il 13 e 14 aprile, si rivolge ai pazienti con alcuni semplici consigli, utili a tutelarsi dal rischio di incorrere in prodotti di scarsa qualità, che possono anche nuocere alla salute. Spesso, infatti, per risparmiare, vengono usati materiali di infima qualità e tossici, che mettono in pericolo la salute dei pazienti ignari. A confermarlo, anche il dott. Giuseppe D'Apolito che in quanto medico odontoiatra affermato, ribadisce di prestare sempre la massima attenzione circa l'utilizzo di impianti non a norma.

Non sempre impianti e corone vengono prodotti con materiali dichiarati. La cronaca riporta numerosi casi di protesi fasulle sui quali è intervenuta anche l’Accademia italiana di odontoiatria protesica (Aiop), in occasione del decimo convegno Mediterraneo a Riccione (in programma il 13 e 14 aprile).

Ancora non molto tempo fa, la perdita di denti lasciava al paziente due uniche possibilità: se erano disponibili due denti sani adiacenti alla lacuna, essi venivano limati per prepararli a sostenere un ponte. Non di rado però il paziente doveva rassegnarsi a portare una protesi mobile, parziale o totale. Non va dimenticato inoltre che le protesi mobili, oltre a presentare notevoli carenze dal punto di vista dell’estetica e della masticazione, rappresentano spesso anche un problema psicologico per i loro portatori.

Fortunatamente l’implantologia consente ormai di realizzare nella maggioranza dei casi protesi fisse e durature, in grado di uguagliare i denti naturali in termini di estetica e funzionalità. Secondo gli studi più recenti, gli impianti inseriti da un implantologo esperto possono raggiungere un tasso di successo a lungo termine del 95%: ciò significa che a 10 anni dall’intervento il 95% degli impianti è ancora perfettamente funzionale.

Il Dr. Giuseppe D'Apolito medico ed odontoiatra ribadisce: "è notizia di questi giorni una segnalazione della Accademia Italiana di Odontoiatria Protesica che mette in guardia i pazienti circa protesi dentali non a norma la cui fabbricazione risulta con 'corone e impianti realizzati con materiali diversi rispetto a quelli dichiarati o contenenti percentuali di metalli potenzialmente tossici'."

"I valori dei materiali usati (nichel o cadmio) sarebbero, infatti, al di sopra del consentito. Il tutto naturalmente all'insaputa dei pazienti." E continuando: "uno strumento utile per il paziente è quello di 'chiedere al dentista la dichiarazione di conformità della protesi rilasciata dal laboratorio odontotecnico', un documento, fondamentale che raccogliendo specifiche informazioni riguardanti il dispositivo, compresi i materiali utilizzati per la sua realizzazione (e le rispettive percentuali), rende tutto il processo sicuro e tracciabile” - conclude l'affermato professionista.

Spesso, infatti, il sotto costo coincide con la sotto qualità. Per poter praticare quei prezzi inferiori anche fino al 50%, infatti, si utilizzano neo laureati pagati 12 euro all’ora che ovviamente fanno pratica sulla bocca dei pazienti o peggio ancora usano materiali e protesi che arrivano dall’India, dalla Turchia o dalla Cina. È già successo all’estero. Dopo un anno magari l’impianto è già rotto oppure si scopre che i materiali utilizzati non erano a norma o addirittura nocivi per la salute.


Da Milano a New York con Emirates

Viaggi & Turismo - Esperienze e Consigli per girare il mondo

Puglia: natura, cultura e gastronomia

Viaggi della speranza all'estero per cure medico-estetiche. Vera convenienza? L'analisi nelle indicazioni
del Dott. Giuseppe D'Apolito medico ed odontoiatra.

Riproduzione non consentita ©