Italia News Partner
Latest news from Italy and the world




Redazione
Il ministro Salvini chiede una ricognizione dei campi nomadi in Italia: Prima gli italiani e la loro sicurezza
Ultimo episodio, l'omicidio del 29enne Duccio Dini a Firenze durante un regolamento di conti tra famiglie rom

ROMA (Italy) - "'Censimento' dei Rom e controllo dei soldi pubblici spesi. Se lo propone la sinistra va bene, se lo propongo io è razzismo. Io non mollo e vado dritto! Prima gli italiani e la loro sicurezza". A scuotere l'opinione pubblica su questo tema spinoso, l'omicidio del giovane fiorentino 29enne Duccio Dini, avvenuto durante un inseguimento automobilistico tra nomadi macedoni lungo le strade di Firenze. La notizia aveva creato attrito tanto da richiedere l'intervento della Polizia a protezione del campo Rom. Sull'evento era intervenuto lo stesso Salvini. I rom e sinti presenti in Italia sono tra i 120 mila e i 180 mila, tra i quali circa 26mila in emergenza abitativa: vivono cioè in baraccopoli formali e informali o nei centri di raccolta monoetnici.

Dopo le polemiche sorte sull'annuncio del ministro dell'interno italiano, di prevedere "un censimento" dei nomadi in Italia, sul quale è intervenuta anche la UE da Bruxelles con parole durissime, Salvini ha ribadito: "'Censimento' dei Rom e controllo dei soldi pubblici spesi. Prima gli italiani e la loro sicurezza".

I rom e sinti presenti in Italia sono tra i 120 mila e i 180 mila, tra i quali circa 26mila in emergenza abitativa: vivono cioè in baraccopoli formali e informali o nei centri di raccolta monoetnici. Si tratta dello 0,04% della popolazione italiana. Mentre non si placa la polemica innescata ieri dal ministro dell'Interno Matteo Salvini, che ha annunciato un "censimento, un'anagrafe dei rom" prima di correggere il tiro, a fornire i dati delle comunità 'nomade' in Italia è un rapporto dell'Associazione 21 luglio Onlus presentato in Senato nell'aprile scorso.

Secondo i dati snocciolati dall'associazione, che ogni anno fa il punto sullo stato dei diritti delle popolazioni rom e sinte in condizioni di emergenza abitativa e residenti all'interno di baraccopoli formali e informali italiane, "anche nel 2017 l'Italia ha continuato a essere il 'Paese dei campi', perseverando nell'utilizzo di politiche discriminatorie e segreganti nei confronti delle popolazioni rom e sinte presenti sul territorio nazionale.

In Italia le baraccopoli 'formali' sono 148, distribuite in 87 comuni di 16 regioni da Nord a Sud, per un totale di circa 16.400 abitanti, mentre 9.600 è il numero di presenze stimato all'interno di insediamenti informali. A fine 2017 in Italia risultavano ancora attivi due centri di accoglienza monoetnici riservati alle comunità rom per un totale di 130 residenti, uno a Napoli e uno a Guastalla, in provincia di Reggio Emilia. Dei rom e sinti residenti nelle baraccopoli formali si stima che il 43% abbia la cittadinanza italiana; mentre sono 9.600 i rom originari dell'ex Jugoslavia di cui circa il 30% - pari a 3.000 unità - è a rischio apolidia. Nelle baraccopoli informali e nei micro insediamenti, infine, vivono nell’86% dei casi cittadini di origine rumena.

LE PRESENZE - I dati raccolti dall'associazione parlano chiaro: rispetto al 2016 (quando le presenze erano 28 mila unità) si è registrata una leggera flessione "dettata non da una graduale risoluzione della questione ma piuttosto dalle drammatiche condizioni di vita all'interno di questi insediamenti che hanno spinto alcuni degli abitanti - prevalentemente comunitari - a spostarsi in altri Paesi o a tornare nelle città di origine".

A ROMA PRIMATO INSEDIAMENTI - Roma detiene il primato del maggior numero di insediamenti presenti, 17 in totale di cui 6 formali e 11 cosiddetti 'tollerati'. Nella Capitale, denuncia l'associazione, "nonostante le aspettative create a fine 2016 con la Memoria di Giunta e il 'Progetto di Inclusione Rom' presentato il 31 maggio dalla sindaca Raggi che aveva come obiettivo il graduale superamento dei 'campi' presenti all’interno della città, nel 2017 non è stato di fatto avviato alcun processo di inclusione".


Da Milano a New York con Emirates

Viaggi - Esperienze e Consigli per girare il mondo

Puglia: natura, cultura e gastronomia

Miami Beach News by Italia News
Istituzioni & Sicurezza italiana

Riproduzione non consentita ©