www.italianews.org - L'agenzia internazionale di comunicazione e giornalismo


Apple vs Samsung. I coreani dovranno risarcire l'azienda di Steve Jobs
Una guerra che si combatte nelle aule di tribunali di tutto il mondo

ROMA (Italy) - Resa nota la sentenza che vede vittoriosa Apple su Samsung, che dovrà risarcire 290 milioni alla notissima azienda di Cupertino. Una decisione giudiziaria assunta dal giudice Lucy Koh, che in sostanza ha ridotto di oltre 400 milioni la richiesta iniziale.

È una guerra senza fine quella che ormai si consuma da più di 5 anni tra Apple e Samsung, e a quanto pare non solo sul mercato. Apple, infatti, ha denunciato l’azienda sud-coreana, sostenendo che molti dei brevetti usati negli smartphone e tablet samsung siano letteralmente “copiati”. Dall’altra parte accade la stessa cosa, Samsung ha denunciato diverse volte Apple a causa di alcune funzionalità e tecnologie dichiarate troppo “simili”. Numerosi e lunghissimi processi sono stati aperti in America e in giro per il mondo, anche in Europa, proprio per queste motivazioni.


La vicenda (per non dire “guerra”) che vede coinvolte Apple e Samsung come accusatore e accusato in una miriade di cause per violazioni di brevetti in tutto il mondo finisce talvolta per avere risvolti tra il ridicolo e l’assurdo. In molti ricorderanno la clamorosa e storica vittoria di Apple, che questa estate si è vista assegnare più di un miliardo di dollari di danni in un assai discusso verdetto della giuria a San José, California. Tuttavia, è arrivato solo stamane il verdetto in appello, che vede una mediazione dei termini, e un risarcimento parziale di 290 milioni di dollari da parte della Samsung. Un’altra delle sentenze più recenti è stata pronunciata nel Regno Unito, dove il 9 luglio 2012 Samsung è stata riconosciuta non colpevole della violazione dei brevetti sul design di iPad. La decisione è stata poi confermata in appello il 18 ottobre. In aggiunta a questo, il giudice Colin Birss ha imposto ad Apple di pubblicare sul suo sito un comunicato secondo cui è stato riconosciuto che Samsung non viola i brevetti sul design di iPad.

Comunque la rivalità continua anche sul mercato, e ogni giudizio non sarà mai pesante quanto quello dei consumatori: le vendite dei prodotti Apple infatti sembrano chiaramente diminuire, Samsung invece è resa forte soprattutto dai paesi in rapida espansione economica sui quali può contare. Con oltre 120 milioni di dispositivi venduti, in crescita del 17 per cento su base annua, Samsung ha quasi raggiunto un terzo dell'intero mercato, vedendo la sua quota salire al 28,7 per cento dal 26,4 per cento dello stesso periodo di un anno fa. Da sola, rileva Strategy Analytics con un comunicato, la casa coreana vende più cellulari di Nokia, Apple e LG messe assieme. A sostenere la domanda hanno contribuito il nuovo "phablet" Note 3 e dispositivi di largo consumo come il Galaxy Y.

Apple invece ha aumentato le sue vendite da 26,9 a 33,8 milioni di dispositivi. Ma va tenuto conto del fatto che produce unicamente smartphone, laddove questa graduatoria include tutti gli apparecchi cellulari, la sua quota è salita all'8,1 per cento dal 6,9 per cento di un anno prima. Inoltre, con il lancio dei nuovi iPhone, il 5 s e il 5c, Strategy Analytics si attende altri progressi sul quarto trimestre. Insomma un quadro ben complesso non solo giuridicamente, ma anche economicamente. Bisognerà fare i conti con le esigenze degli utenti che mano a mano tendono ad evolversi. (Simone Solimeo - 22 novembre 2013 ore 20.00)


Riproduzione non consentita ©


India, impiccagione
per i violentatori

L'Italia degli sprechi.
Aeroporti inutili

Auto blu, 2012
speso un miliardo

Alzheimer, Italia
1 malato ogni 10 min.

Italia, 100 mila bambini
mercè adulti

Berlusconi
tutti i processi